(troppo vecchio per rispondere)
misurare un condensatore
Joe_at_home
2012-01-08 15:26:18 UTC
salve... ho un piccolo condensatore da 2,5 mf +/- 5%
tolto da una pompa, non polarizzato, in quanto anche su di esso non vi è
alcuna indicazione in merito mi potreste spiegare come fare se volessi
misurarlo con un tester analogico o digitale... in sostanza dove va
settato il tester e che volori dovrei leggere per stabilire se il
consensatore è buono oppure no ???
Ringrazio tantissimo
--
Joe_at_home
Piccio
2012-01-08 16:25:03 UTC
Post by Joe_at_home
salve... ho un piccolo condensatore da 2,5 mf +/- 5%
Scritto così sembrano milliFarad.
In realtà dovrebbe trattarsi di microFarad (uF).
Alla frequenza di rete 50Hz oppone una reattanza di circa 1300 ohm.
Post by Joe_at_home
tolto da una pompa, non polarizzato, in quanto anche su di esso non vi è
alcuna indicazione in merito mi potreste spiegare come fare se volessi
misurarlo con un tester analogico o digitale... in sostanza dove va
settato il tester e che volori dovrei leggere per stabilire se il
consensatore è buono oppure no ???
Il tester deve possedere la possibilità di misurare le capacità.
In alternativa potresti collegarlo in serie ad un carico ohmico (stufa
elettrica, lampadina, ecc) e misurare tensioni ai capi degli elementi
circuitali e la corrente che scorre nel ramo.
Da ciò si ricava sperimentalmente la reattanza e la si confronta con
quella dedotta dai dati di targa.
Credo sia essenziale provarlo con tensioni prossime a quelle di lavoro
(quindi altine) per verificare perdite che si potrebbero manifestare
significativamente solo in quelle circostanze.
Quindi occhio: dare corrente per brevi istanti e stare lontani.
S. Silvestro è già passato da qualche giorno.
P.S.: prima di essere santo era gatto.

Piccio.
not1xor1
2012-01-08 17:09:21 UTC
Post by Joe_at_home
salve... ho un piccolo condensatore da 2,5 mf +/- 5%
tolto da una pompa, non polarizzato, in quanto anche su di esso non vi
è alcuna indicazione in merito mi potreste spiegare come fare se
volessi misurarlo con un tester analogico o digitale... in sostanza
dove va settato il tester e che volori dovrei leggere per stabilire se
il consensatore è buono oppure no ???
la capacità si misura solo con un capacimetro (qualche volta si trova
anche in alcuni tester digitali economici)

con un tester analogico usando l'ohm-metro dovresti avere un valore di
resistenza basso che poi cresce man-mano che il condensatore si carica

in alternativa puoi collegare il condensatore ad una batteria e poi
puoi misurare la tensione per vedere se mantiene la carica

con un tester analogico (solo elettromeccanico) il valore dovrebbe
scendere più rapidamente, con quello digitale dovrebbe scendere più
lentamente
--
bye
!(!1|1)
Joe_at_home
2012-01-08 17:23:01 UTC
Post by not1xor1
Post by Joe_at_home
salve... ho un piccolo condensatore da 2,5 mf +/- 5%
tolto da una pompa, non polarizzato, in quanto anche su di esso non vi
è alcuna indicazione in merito mi potreste spiegare come fare se
volessi misurarlo con un tester analogico o digitale... in sostanza
dove va settato il tester e che volori dovrei leggere per stabilire se
il consensatore è buono oppure no ???
la capacità si misura solo con un capacimetro (qualche volta si trova
anche in alcuni tester digitali economici)
con un tester analogico usando l'ohm-metro dovresti avere un valore di
resistenza basso che poi cresce man-mano che il condensatore si carica
in alternativa puoi collegare il condensatore ad una batteria e poi puoi
misurare la tensione per vedere se mantiene la carica
con un tester analogico (solo elettromeccanico) il valore dovrebbe
scendere più rapidamente, con quello digitale dovrebbe scendere più
lentamente
---------------------
grazie ad entrambi per le risposte...
mi pare cmq di capire, che non posso fare la misura con il condensatore
staccato. ossia direttamente ai 2 capi di esso...ma deve essere
collegato come da voi spiegato....
grazie
--
Joe_at_home
zio bapu
2012-01-08 18:50:18 UTC
Post by Joe_at_home
salve... ho un piccolo condensatore da 2,5 mf +/- 5%
tolto da una pompa, non polarizzato, in quanto anche su di esso non vi è
alcuna indicazione in merito mi potreste spiegare come fare se volessi
misurarlo con un tester analogico o digitale... in sostanza dove va
settato il tester e che volori dovrei leggere per stabilire se il
consensatore è buono oppure no ???
Ringrazio tantissimo
--
Joe_at_home
Altro metodo e' quello balistico se hai il tester a lancetta e un
condensatore della stessa capacita', hai un normalissimo 2,2uF
elettrolitico?
Oppure (se devi riparare la pompa) chiedi al tuo idraulico se ha
qualche pompa da buttare e ne prelevi uno da li, la probabilita' che
sia buono e' alta.
Altra idea, lo colleghi alla 230V con in serie un amperometro, se
buono (e se Piccio ha fatto il conto giusto) dovrebbero circolare
0.176A.

mandi
Piccio
2012-01-08 21:15:55 UTC
On 8 Gen, 19:48, zio bapu <***@libero.it> wrote:

...
Post by zio bapu
Altra idea, lo colleghi alla 230V con in serie un amperometro, se
buono (e se Piccio ha fatto il conto giusto) dovrebbero circolare
0.176A.
Consiglio sempre un carico in serie perché se il condensatore scaica
tra le armature sono fuochi d'artificio!

Piccio.
El_Ciula
2012-01-08 21:40:05 UTC
Post by Piccio
Consiglio sempre un carico in serie perché se il condensatore scaica
tra le armature sono fuochi d'artificio!
Io addirittura sconsiglio di fare ste cose, pensate un po'.

Si tratta di componenti sospetti...
zio bapu
2012-01-09 17:20:43 UTC
Post by Piccio
...
Post by zio bapu
Altra idea, lo colleghi alla 230V con in serie un amperometro, se
buono (e se Piccio ha fatto il conto giusto) dovrebbero circolare
0.176A.
Consiglio sempre un carico in serie perché se il condensatore scaica
tra le armature sono fuochi d'artificio!
Avrebbe la certezza che non funziona (piu) e il periodo e' quello
giusto! Un carico resistivo comune non mi e' venuto in mente, la
lampadina (40W) avrebbe resistenza ignota, a meno che non si misuri la
tensione hai suoi capi con il tester.
Sentiamo come vuole fare dice.

mandi
giorgiomontaguti
2012-01-10 08:10:57 UTC
On Sun, 8 Jan 2012 13:15:54 -0800 (PST), Piccio
Post by Piccio
...
Post by zio bapu
Altra idea, lo colleghi alla 230V con in serie un amperometro, se
buono (e se Piccio ha fatto il conto giusto) dovrebbero circolare
0.176A.
Consiglio sempre un carico in serie perché se il condensatore scaica
tra le armature sono fuochi d'artificio!
Piccio.
Ciao
Parole sante !!
Io proporrei di farsi un circuito col condensatore in serie ad una R
nota ,alimentare con un 12 Vac, misurare le tensioni (ac)ai capi dei
due, e il rapporto fra le due e' anche il rapporto delle due impedenze
R e l'impedenza del C , poi da Z=1/(6.28*F*C) si ricava il valore
di C.

Ma forse sono piu' comodi i metodi suggeriti dagli amici.

Ciao Giorgio
--
non sono ancora SANto per e-mail
LAB
2012-01-11 19:39:39 UTC
Se è un condensatore fatto per la tensione di rete puoi metterlo in
serie ad una lampadina a 220V e vedere se la lampadina si accende (più o
meno) debolmente.
--
Gianluca