(troppo vecchio per rispondere)
Regolatore da 5 a 12V per ventola (con LM317)
connex
2006-05-06 04:38:02 UTC
Ciao a tutti,
dovrei costruire un semplice regolatore in corrente continua per variare la
velocità di una ventola di raffreddamento a 12V. In particolar modo vorrei
far si che al minimo fornisca 5V e al massimo 12. Avevo uno schema di un
circuito fatto con un LM317 ma purtroppo l'ho perso.

Chi sa darmi qualche dritta?

Grazie, ciao
connex



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
JUL
2006-05-06 06:14:22 UTC
Post by connex
Ciao a tutti,
dovrei costruire un semplice regolatore in corrente continua per variare la
velocità di una ventola di raffreddamento a 12V. In particolar modo vorrei
far si che al minimo fornisca 5V e al massimo 12. Avevo uno schema di un
circuito fatto con un LM317 ma purtroppo l'ho perso.
Chi sa darmi qualche dritta?
Grazie, ciao
connex
Il 26/4, per un problema simile, avevo risposto così:
----------------------------------------------------------------------
Ho messo qui un mio semlice schemino. Ampiamente collaudato:
http://i3.tinypic.com/wimv6b.jpg
A 1.5A non serve neanche un radiatorino, e puoi regolare i giri da zero
al massimo.
-----------------------------------------------------------------------
Con un LM317 butteresti via in calore l'eccesso di tensione, con questo no.

Ciao.
Giuliano
Post by connex
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
LAB
2006-05-06 06:28:31 UTC
Bel disegno. Con che l'hai fatto?

Gianluca
inaltomare
2006-05-06 07:41:21 UTC
Post by connex
Ciao a tutti,
dovrei costruire un semplice regolatore in corrente continua per variare la
velocità di una ventola di raffreddamento a 12V. In particolar modo vorrei
far si che al minimo fornisca 5V e al massimo 12. Avevo uno schema di un
circuito fatto con un LM317 ma purtroppo l'ho perso.
Chi sa darmi qualche dritta?
ti consiglio anchio un regolatore PWM come quello che ti hanno proposto
perchè con lm317 dovresti alimentare il circuito a 15V. Infatti devi
tener conto che la tensione di dropout del regolatore è di circa 3V.
Se alimenti il circuito con i 12V (quelli disponivili dall'alimentatore
del pc o dell'aparecchiatura che alimenta la ventola) al massimo puoi
dornire 9V alla ventola.
JUL
2006-05-06 07:45:31 UTC
Post by LAB
Bel disegno. Con che l'hai fatto?
Gianluca
Grazie. Però evidentemente non leggi mai i miei post. :-))
Uso il vecchio PaintBrush di WIN 3.1, che ho copiato sotto XP. Mi sono poi
fatto un foglio di lavoro dove ho disegnato nella parte superiore tutti i
simboli che mi servono, e che trascino sotto, o copio-incollo nel punto
giusto dello schema che sto disegnando. Uso lo stesso sistema per PCB
e layout. Se vuoi posso spedirti tutto, PaintBrush compreso. Poi, però,
serve un pò di pratica.

Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
kfm
2006-05-06 09:02:37 UTC
Post by inaltomare
ti consiglio anchio un regolatore PWM come quello che ti hanno proposto
perchè con lm317 dovresti alimentare il circuito a 15V.
un pwm per alimentare una ventolina ?
dice il saggio : perche semplice se si puo fare complicato.
la differenza di giri se la alimenti a 12 o a 9 non e molta , e
probabilmente il circuito oltre a variare i giri servira a fare andare il
tutto a 5-6 volt per diminuire il rumore tipo aspirapolvere sempre acceso.
ice
2006-05-06 08:55:05 UTC
Post by kfm
un pwm per alimentare una ventolina ?
perchè "complicando" il circuito di un, esempio, 20% ottieni vantaggi
notevoli
non si tratta di alimentare la ventola e basta... per farla andare a +5V nel
pc c'è già quella tensione... ma poi a +5V riuscirebbe a partire?
Post by kfm
dice il saggio : perche semplice se si puo fare complicato.
forse il contrario :)
Post by kfm
la differenza di giri se la alimenti a 12 o a 9 non e molta , e
no... prova però a misurare il CMF e vedi che differenza!


ciao!
inaltomare
2006-05-06 09:06:02 UTC
Post by kfm
un pwm per alimentare una ventolina ?
perchè no? se vuoi la regolazione lineare dei giri da 0 a max mi sembra
la soluzione migliore.
inoltre il circuito che gli hanno proposto non si può di certo definire
complicato...
Rispetto ad un circuito con lm317 non è che cambi molto, mentre le
prestazioni si.
Post by kfm
la differenza di giri se la alimenti a 12 o a 9 non e molta
su questo ho dei dubbi! soprattutto se invece dei giri guardiamo la
quantità di aria spostata.
Post by kfm
probabilmente il circuito oltre a variare i giri servira a fare andare il
tutto a 5-6 volt per diminuire il rumore tipo aspirapolvere sempre acceso.
se servono solo 2 posizioni e non una regolazione continua allora
esistono soluzioni più semplici anche del lm317.
inaltomare
2006-05-06 11:18:57 UTC
Post by JUL
http://i3.tinypic.com/wimv6b.jpg
A 1.5A non serve neanche un radiatorino, e puoi regolare i giri da zero
al massimo.
se al posto del mos-n si mette un bjt (NPN) il circuito funziona lo
stesso secondo te?
JUL
2006-05-06 11:39:37 UTC
Post by inaltomare
Post by JUL
http://i3.tinypic.com/wimv6b.jpg
A 1.5A non serve neanche un radiatorino, e puoi regolare i giri da zero
al massimo.
se al posto del mos-n si mette un bjt (NPN) il circuito funziona lo
stesso secondo te?
Se è per una ventola da poche centinaia di milliampere penso di si.
Però aumentando la resistenza di base.
Il bello dei MOSFET è che si pilotano in tensione, non in corrente come
i transistor. Anche se un pò di corrente serve, per caricare velocemente
la capacità di gate. Inoltre adesso i MOSFET stanno diventando comuni, e
li trovi anche nel negozietto vicino casa.

Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
ice
2006-05-06 11:53:58 UTC
Post by JUL
Il bello dei MOSFET è che si pilotano in tensione, non in corrente come
i transistor.
perchè il mos non è un transistor? :)
per pilotare in corrente intendi dire "controllando Ib si può controllare la
Ie"?

Anche se un pò di corrente serve, per caricare velocemente
Post by JUL
la capacità di gate. Inoltre adesso i MOSFET stanno diventando comuni, e
li trovi anche nel negozietto vicino casa.
confermo


-ice-
JUL
2006-05-06 12:42:20 UTC
Post by ice
Post by JUL
Il bello dei MOSFET è che si pilotano in tensione, non in corrente come
i transistor.
perchè il mos non è un transistor? :)
per pilotare in corrente intendi dire "controllando Ib si può controllare la
Ie"?
Quando, nella nebbia dei tempi, ho iniziato ad occuparmi di elettronica,
i transistor ancora non esistevano, o almeno non si trovavano.
Poi ho cominciato ad usare i primi al germanio, CK722, OC71, OC45, OC171,
etc. Poi sono usciti i primi al silicio, quasi indistruttibili, tipo 2N708.
Molto dopo, i primi FET, che in effetti significa Field Effect Transistor.
Ancora dopo, i MOSFET. Metal Oxide S(vari nomi) Field Effect Transistor.
Quindi sembrerebbe che, in fondo, sempre di transistor si tratti. Ma
nessuno
mi convincerà mai a chiamare BJT (Bipolar Junction Transistor) un
transistor. Con buona pace di tutti continuerò a distinguerli chiamandoli
Transistor, FET, MOSFET, etc.

Quanto alla seconda domanda, certo che si. Il transistor è un amplificatore
di corrente, ossia un dispositivo la cui corrente di collettore dipende
dalla corrente di base moltiplicata per il Beta. Ie è la somma di Ic e Ib.

Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
connex
2006-05-06 14:25:29 UTC
Ciao,
inanzi tutto grazie per la risposta. Il tuo schema mi sembra decisamente
migliore rispetto al mio (quello perso) con LM317, però ti spiego perchè
voglio usare questo integrato:

1 - Ho già realizzato un regolatore per ventole a 4 canali e funziona
benissimo ormai da quasi 3 anni, quindi volevo utilizzare lo stesso sistema.
L'unica "pecca" è che mi fa da 0 a 11V. Per gli 11V non c'è problema, volevo
solo fare in modo che partisse da 5V.
2 - Ho già gli LM317 e quindi mi spiacerebbe non utilizzarli. Inoltre nel
paese dove abito io, non è così facile reperire componenti elettronici,
quindi è un motivo in più per utilizzare quello che già ho.
3 - Devo costruirlo entro domani, quindi cercavo qualcosa di veramente
semplice e con il minor numero di componenti.

Come posso solo fare in modo che con il potenziomentro al minimo abbia in
uscita 5V?

Grazie ancora a tutti per le risposte, ciao.
connex
Post by JUL
----------------------------------------------------------------------
http://i3.tinypic.com/wimv6b.jpg
A 1.5A non serve neanche un radiatorino, e puoi regolare i giri da zero
al massimo.
-----------------------------------------------------------------------
Con un LM317 butteresti via in calore l'eccesso di tensione, con questo no.
Ciao.
Giuliano
Post by connex
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
JUL
2006-05-06 13:52:41 UTC
Post by connex
Ciao,
inanzi tutto grazie per la risposta. Il tuo schema mi sembra decisamente
migliore rispetto al mio (quello perso) con LM317, però ti spiego perchè
1 - Ho già realizzato un regolatore per ventole a 4 canali e funziona
benissimo ormai da quasi 3 anni, quindi volevo utilizzare lo stesso sistema.
L'unica "pecca" è che mi fa da 0 a 11V. Per gli 11V non c'è problema, volevo
solo fare in modo che partisse da 5V.
2 - Ho già gli LM317 e quindi mi spiacerebbe non utilizzarli. Inoltre nel
paese dove abito io, non è così facile reperire componenti elettronici,
quindi è un motivo in più per utilizzare quello che già ho.
3 - Devo costruirlo entro domani, quindi cercavo qualcosa di veramente
semplice e con il minor numero di componenti.
Come posso solo fare in modo che con il potenziomentro al minimo abbia in
uscita 5V?
Grazie ancora a tutti per le risposte, ciao.
connex
OK. Come ho già detto, tutti i gusti sono gusti. Presumo tu abbia usato lo
schema classico, ossia, a memoria, 220 ohm fra OUT e ADJ (Uscita e
regolazione), e un pot da 5k fra ADJ e massa. Se è così basta aggiungere
fra il terminale inferiore del pot e la massa un trimmer da 3.3k, da
regolare in modo che quando sei al minimo escano 5V. Il valore l'ho messo
a occhio. Fai qualche prova. Purtroppo adesso non ho il tempo per provarlo.

Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
connex
2006-05-06 15:10:14 UTC
Ciao,
si lo schema doveva essere pressapoco quello, l'unica cosa che so di certo è
che il potenziometro è da 2K2 (ne ho ancora un paio nuovi) e che il
regolatore era l LM317.
Adesso che mi hai postato la soluzione, mi rendo conto di quanto mi sia
rintronato con l'elettronica... è pensare che l'ho studiata per 3 anni! :-S
Ok, adesso cercherò i trimmer e le resistenze adatte e farò qualche
esperimento sul millefori, poi se mi avanza tempo realizzerò lo stampato con
i trasferibile, l'acido ecc.

Grazie per le dritte, buon weekend ciao!
connex
Post by JUL
OK. Come ho già detto, tutti i gusti sono gusti. Presumo tu abbia usato lo
schema classico, ossia, a memoria, 220 ohm fra OUT e ADJ (Uscita e
regolazione), e un pot da 5k fra ADJ e massa. Se è così basta aggiungere
fra il terminale inferiore del pot e la massa un trimmer da 3.3k, da
regolare in modo che quando sei al minimo escano 5V. Il valore l'ho messo
a occhio. Fai qualche prova. Purtroppo adesso non ho il tempo per provarlo.
Ciao.
Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
JUL
2006-05-06 14:16:34 UTC
Post by connex
Ciao,
si lo schema doveva essere pressapoco quello, l'unica cosa che so di certo è
che il potenziometro è da 2K2 (ne ho ancora un paio nuovi) e che il
regolatore era l LM317.
Adesso che mi hai postato la soluzione, mi rendo conto di quanto mi sia
rintronato con l'elettronica... è pensare che l'ho studiata per 3 anni! :-S
Ok, adesso cercherò i trimmer e le resistenze adatte e farò qualche
esperimento sul millefori, poi se mi avanza tempo realizzerò lo stampato con
i trasferibile, l'acido ecc.
Grazie per le dritte, buon weekend ciao!
connex
Pensandoci bene, monta il trimmer "volante", misura il valore dopo averlo
regolato per 5V e mettici una resistenza di valore uguale (o simile).

Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
internet
2006-05-07 10:27:16 UTC
Post by connex
Ciao a tutti,
dovrei costruire un semplice regolatore in corrente continua per variare
la
velocità di una ventola di raffreddamento a 12V. In particolar modo vorrei
far si che al minimo fornisca 5V e al massimo 12. Avevo uno schema di un
circuito fatto con un LM317 ma purtroppo l'ho perso.
Chi sa darmi qualche dritta?
Il 26/4 ho chiesto la stessa cosa pure io per controllare la velocità di 6
ventoline che ho nel pc per problemi di rumore. Dopo sono riuscito a trovare
un kit di Nuova Elettronica al costo di 9 euro, cioè questo:
http://www.nuovaelettronica.it/it/kit/index.cfm?fb=scheda_kit&ww_articoli_id=16033.
Bene. Li ho montati proprio ieri. Ho inserito 2 di questi circuitini nel
case del mio pc, ho portato fuori i potenziometri in una specie di
telecomando con un interruttore e il tutto funziona a meraviglia. Se vuoi ti
mando anche le foto per fartele vedere. Se hai problemi di reperimento di
materiale elettronico nella tua città, per me è la stessa cosa. Se le ordini
dal sito di Nuova Elettronica, ti arrivano dopo 3 giorni direttamente a
casa, togliendoti il problema di spostarti e di fare delle prove che ti
costa tempo e denaro. Se non vuoi comprarti la rivista, al massimo potrei
farti la scansione delle pagine e mandartele. Ripeto sempre che non voglio
togliere niente a nessuno sulle proprie esperienze, vi considero amici e,
secondo me, confrontarsi aiuta molto a trovare soluzioni adeguate alle
proprie esigenze.
Post by connex
Grazie, ciao
connex
Ciao e fammi sapere.
giorgiomontaguti
2006-05-07 15:34:15 UTC
Post by JUL
. Ma
nessuno
mi convincerà mai a chiamare BJT (Bipolar Junction Transistor) un
transistor. Con buona pace di tutti continuerò a distinguerli chiamandoli
Transistor, FET, MOSFET, etc.
Ciao Giuliano
La stessa cosa l'ho scritta anch'io !!!!

Per l'amico, mi vergogno a rimettere il mio schemetto
in PWM con 2 transistor e un Mos(l'avro' gia' messo decine
di volte !!!) ....pero'......

Ciao Giorgio
--
non sono ancora SANto per e-mail
JUL
2006-05-07 19:50:28 UTC
Post by giorgiomontaguti
Ma nessuno
mi convincerà mai a chiamare BJT (Bipolar Junction Transistor) un
transistor. Con buona pace di tutti continuerò a distinguerli chiamandoli
Transistor, FET, MOSFET, etc.
Ciao Giuliano
La stessa cosa l'ho scritta anch'io !!!!
Per l'amico, mi vergogno a rimettere il mio schemetto
in PWM con 2 transistor e un Mos(l'avro' gia' messo decine
di volte !!!) ....pero'......
Ciao Giorgio
Ciao Giorgio,
riproponi pure il tuo schemetto, è sempre validissimo, e non a tutti piace
il 40106 quanto piace a me.

Ciao Giuliano
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Ricoh87
2006-05-07 20:58:20 UTC
Post by JUL
Post by LAB
Bel disegno. Con che l'hai fatto?
Gianluca
Grazie. Però evidentemente non leggi mai i miei post. :-))
Uso il vecchio PaintBrush di WIN 3.1, che ho copiato sotto XP. Mi sono poi
fatto un foglio di lavoro dove ho disegnato nella parte superiore tutti i
simboli che mi servono, e che trascino sotto, o copio-incollo nel punto
giusto dello schema che sto disegnando. Uso lo stesso sistema per PCB
e layout. Se vuoi posso spedirti tutto, PaintBrush compreso. Poi, però,
serve un pò di pratica.
Ciao.
Giuliano
INCREDIBILE!!! Usa lo stesso metodo il mio ex prof di elettronica...
Addirittura si era fatto una libreria con un file per ogni componente
e quelle con le piazzuole per gli integrati

Pagina Successiva >
Pagina 1 di 2