Discussione:
striscia la notizia e i tubi neon (forse un po OT)
(troppo vecchio per rispondere)
a
2004-02-24 08:07:48 UTC
Permalink
Non ero a conoscenza della puntata di striscia ma un amico mi ha convinto ad
effettuare la prova.
Ci siamo appostati sotto i cavi dell'alta tensione che passano a pochi metri
da casa di questo amico, appena estratto il tubo dal suo imballaggio di
cartone ecco il risultato, il tubo si accendeva, non emetteva certo la luce
di quando è collegato alla 220 ma la cosa era abbastanza suggestiva.
Dopo qualche minuto all'aperto e un po' di prove, il tubo si è spento! Non
riuscivamo a capire cos'era successo; ma è bastato tenere il tubo in mano
per qualche secondo così da scaldare un po' il vetro che ecco di nuovo
miracolosamente si è riacceso.

Questo è stato il nostro esperimento, ora vengono le domande:
1 Quanto potrebbe essere dannoso abitare vicono a quella tratta ad alta
tensione? Penso che la tensione sia attorno ai 380Kv

2) Qual'è il fenomeno che fa "accendere" il neon
3) Perchè se il tubo è tiepido (scaldato a mano o preso da casa) si accende
e se freddo no?


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Enorme Vigenti
2004-02-24 08:41:51 UTC
Permalink
Post by a
1 Quanto potrebbe essere dannoso abitare vicono a quella tratta ad alta
tensione? Penso che la tensione sia attorno ai 380Kv
Alcuni studi affermano che per lunghi periodi ci possono essere conseguenze
negative soprattutto sulla crescita dei bambini. Ma non si sono mai fatte
ricerche approfondite xchè non è economicamente vantaggioso per il governo.
Post by a
2) Qual'è il fenomeno che fa "accendere" il neon
Si chiamano: Campi elettromagnetici
Post by a
3) Perchè se il tubo è tiepido (scaldato a mano o preso da casa) si accende
e se freddo no?
perchè la scarica di corrente attraverso il gas contenuto, dipende anche
dalla sua temperatura.

Ciao
--
Toglere #NOSPAM# dall'indirizzo
Cut #NOSPAM# to replay
Natale Novello
2004-02-24 09:21:34 UTC
Permalink
Post by Enorme Vigenti
Alcuni studi affermano che per lunghi periodi ci possono essere conseguenze
negative soprattutto sulla crescita dei bambini. Ma non si sono mai fatte
ricerche approfondite xchè non è economicamente vantaggioso per il governo.
Ciao.
In Francia le case che sono vicine ai cavi alta tensione costano
pochissimo !
Stanno cominciando (in alcune zone) a studiare come interrarli
Natale
--
Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG
Luca Polo
2004-02-24 10:37:21 UTC
Permalink
--> "NN" == Natale Novello <***@wanadoo.fr> writes:

NN> In Francia le case che sono vicine ai cavi alta tensione costano
NN> pochissimo !

Non che sia una grande dimostrazione, a dire il vero... in proporzione
le abitazioni vicino alle autostrade dovrebbero costare dieci volte
meno, allora.

NN> Stanno cominciando (in alcune zone) a studiare come interrarli

Occhio non vede, cuore non duole... ma in realta` non cambia nulla, se
non che il paesaggio e` oggettivamente migliore senza tralicci.

Saluti,
Luca Polo.
--
/Luca Polo : ***@gest.unipd.it || Dipartimento di Tecnica e \
| System & network administrator || Gestione dei Sistemi Industriali |
\http://www.gest.unipd.it/~jake || Universita` di Padova -- Italy /
Fox Moulder
2004-02-24 12:43:59 UTC
Permalink
Il Tue, 24 Feb 2004 09:21:34 +0000 (UTC), "Natale Novello"
Post by Natale Novello
Post by Enorme Vigenti
Alcuni studi affermano che per lunghi periodi ci possono essere conseguenze
negative soprattutto sulla crescita dei bambini. Ma non si sono mai fatte
ricerche approfondite xchè non è economicamente vantaggioso per il governo.
Ciao.
In Francia le case che sono vicine ai cavi alta tensione costano
pochissimo !
Stanno cominciando (in alcune zone) a studiare come interrarli
Natale
gia' provato a mettere lo stesso tubo vicino al tubo catodico del tv ?
e davanti a un microonde? o piu' semplicemente fai alcune spire di
filo e collegaci un led, poi lo metti vicino all'ant. del cellulare...
e quello sta vicino alla testa.
ciao
Fox Moulder lettura msg. solo nei we.
iw1dlw
“Uomo che ami parlare molto: ascolta e diventerai simile al saggio. L’inizio della saggezza è il silenzio”
Pitagora

***@libero.it
Luca Polo
2004-02-24 10:34:48 UTC
Permalink
--> "EV" == Enorme Vigenti <LSimon5@#NOSPAM#libero.it> writes:

EV> Alcuni studi affermano che per lunghi periodi ci possono essere
EV> conseguenze negative soprattutto sulla crescita dei bambini.

Che mi risulti c'e` stato un solo studio *serio* che ha trovato qualcosa
(un aumento delle leucemie infantili da 1-2 casi per milione a 3, o giu`
di li`, ma chissa` perche' si tace sempre la seconda parte, che dice che
nello stesso campione esaminato gli altri tipi di tumori infantili erano
parimenti *diminuiti*).

Tutti gli altri studi non hanno trovato correlazioni di sorta, e non e`
affatto vero che non si fanno ricerche: se ne fanno, eccome.

Cfr. http://www.arcetri.astro.it/~comore/campiem.html

Detto cio`, io sotto un traliccio dell'alta tensione non ci abiterei, ma
solo per non rischiare folgorazioni (cavi spezzati, dispersioni verso
terra -- ricordo le storie del prof. di elettrotecnica a proposito della
"tensione di passo"... -- ecc.) e probabili disturbi a 50Hz nelle
apparecchiature elettroniche audio/video.

Saluti,
Luca Polo.
--
/Luca Polo : ***@gest.unipd.it || Dipartimento di Tecnica e \
| System & network administrator || Gestione dei Sistemi Industriali |
\http://www.gest.unipd.it/~jake || Universita` di Padova -- Italy /
Boiler
2004-02-24 11:15:03 UTC
Permalink
Post by Luca Polo
Che mi risulti c'e` stato un solo studio *serio* che ha trovato qualcosa
(un aumento delle leucemie infantili da 1-2 casi per milione a 3, o giu`
di li`, ma chissa` perche' si tace sempre la seconda parte, che dice che
nello stesso campione esaminato gli altri tipi di tumori infantili erano
parimenti *diminuiti*).
Tipico! Si vede che non fa abbastanza notizia, parlare di cose positive.
Post by Luca Polo
Tutti gli altri studi non hanno trovato correlazioni di sorta, e non e`
affatto vero che non si fanno ricerche: se ne fanno, eccome.
E' vero di studi ce ne sono a bizzeffe, ma ognuno dice qualcosa di
diverso. D'altra parte non sono fenomeni facilmene indagabili: come fai
a eliminare tutte le possibili variabili tranne il campo dell'alta
tensione? Fai vivere due popolazioni campione per 25 anni in due bunker
senza stimoli esterni e sottoponi una delle due al campo EM?


Boiler
Boiler
2004-02-24 11:18:07 UTC
Permalink
Post by a
Post by a
3) Perchè se il tubo è tiepido (scaldato a mano o preso da casa) si
accende
Post by a
e se freddo no?
perchè la scarica di corrente attraverso il gas contenuto, dipende anche
dalla sua temperatura.
Si', ma sono temperature ben oltre i 37C!
Il fenomeno e' probabilmente dovuto a cariche elettrostatiche generate
sul corpo che hanno fatto accendere il tubo (il compito del reattore in
un tubo normalmente installato).

Puoi provare a attaccare un tubo alla 230V (senza reattore e senza
starter), poi carichi una bacchetta di resina con uno straccio e la
avvicini al tubo. Il tubo si accende.

Altra possibilita': hanno disinserito la linea per alcuni minuti.

Ciao Boiler
BrunoB@.
2004-02-24 13:06:39 UTC
Permalink
Post by a
1 Quanto potrebbe essere dannoso abitare vicono a quella tratta ad alta
tensione? Penso che la
tensione ---------------------------------------cut-------------------------
-----------
Ma se la tensione fosse solodi un migliaio di volt ma l'altezza della rete
elettrica di 4/5 mt quali sarebbero le diversità?mi ricordo che già tanti
anni fa ,circa 40, i tralicci di un ripetitore tv del Torinese alla sera si
illuminavano di una bella luce al neon rossa in concomitanza con le
trasmissioni,.................
Senza essere fatalista domando:reti tanviarie,mega
elettrodotti,vibrazioni,rumore,radom........che fare?
Ciao.
Bruno. IW1DLD
AleX
2004-02-24 14:17:51 UTC
Permalink
Post by ***@.
i tralicci di un ripetitore tv del
Torinese alla sera si illuminavano di una bella luce al neon rossa in
concomitanza con le trasmissioni,.................
Magari erano solo le luci anticollisione... ;-)

AleX
Lord Arthur / Inverse
2004-02-24 14:11:04 UTC
Permalink
On Tue, 24 Feb 2004 08:41:51 GMT, "Enorme Vigenti"
Post by Enorme Vigenti
negative soprattutto sulla crescita dei bambini. Ma non si sono mai fatte
ricerche approfondite xchè non è economicamente vantaggioso per il governo.
le ricerche sono state fatte, e pure in numero sproporzionato rispetto
al pericolo.
Nuno Bettencourt
2004-02-26 00:09:28 UTC
Permalink
Ho visto un uomo che moriva per amore...ma ho anche sentito "Enorme
Ma non si sono mai fatte ricerche approfondite xchè non è economicamente
vantaggioso per il governo.
Concordo, ma non mi sembra molto sensato un attacco AL governo in una
discussione simile perchè sarebbe molto più corretto parlare DEI governi.
Ciao.
--
Nuno® a piedi con Denise a tracolla.
ICQ - 140416778

4 ruote vanno bene 2 è meglio 1 è il massimo!
andrea87
2004-02-24 11:17:13 UTC
Permalink
Post by a
2) Qual'è il fenomeno che fa "accendere" il neon
accoppiamento capacitivo fra il tuo corpo in contatto con il vetro del neon
e il campo magnentco dei cavi AT.

C'è chi ha provato ad avvicinare un neon ad un trasformatore di Tesla, il
risultato è stato un neon fortemente illuminato, a causa dell'elevata
frequenza di lavoro, anche se il campo emesso non era fortissimo (1Kw rms a
70Khz) il risultato è stato comunque unico.

Hai mai provato ad impugnare un neon ad u attaccato alla rete ma non
alimentato al buio? Hai notato la luminescenza? Il gas del tubo, il vetro ed
il tuo corpo formano un bellissimo condensatore, più efficace alle alte
frequenze.

Ciao!
Andrea

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Antonio
2004-02-24 12:32:06 UTC
Permalink
Allora, per quanto riguarda il fenomeno della luminescenza, non c'è nulla si
sbalorditivo
il tubo fluoroescente funziona proprio secondo questo principio. i sali di
fluoro che ricomprono
l'interno del tupo se vengono colpiti da cariche eletriche tipo elettroni
prendono energia da
questultimo e irradiano luce.
nelle prossimità dei tralicci dell'alta tensione è presente un forte campo
elettrico, ( NON ELETTROMAGNETICO )
secondo le leggi della fisica cariche elettriche di segno opposto si
attraggono, nelle prossimità del campo elettrico
del traliccio gli oggetti si ionizzano ossia si caricano elettrostaticamente
in questo caso ne tubo si generano
dei movimenti di elettroni che colpiscono i sali fluoroescenti e quindi si
nota quel effetto di
lieve illuminazione. si puo notare ad esempio che toccando il tubo con le
mani questo nella parte del contatto
si illumina maggiormente poichè le cariche all'interno del tubo sono
attratte dalla mano anchessa carica elettrostaticamente. Il calore incide su
questo fenomeno poichè le cariche elettriche acquisicono
ulteriore energia quindi un oggetto caldo si ionizza più facilemente di uno
freddo.
I campi elettrici, quelli magnetici e l'insieme dei due elettromagnetici ,
hanno sull'organismo umano effetti acora
non chiari. per i primi due si riscontrano fenomeni dovuti alla ionizzazione
e alla polarizzazione magnetica. Di sicuro
questi due tipi di campi hanno influenza sull'orgamismo infatti sono anche
impiegati in ambito medico come la
magnetoterapia e l'elettrolisi delle sostanze.
Per quanto riguarda i fenomeni dell'elettromagnetismo ancora non si conosce
nessuna reazione certa
dell'organismo, anche perchè l'elettromagnetismo è caratterizzato dal fatto
che è suddiviso in lunchezze
d'onda o spettro di frequenze, e la sua interazione con il mondo cambia
proprio in base a quest'ultima
caratteristica. Ad esempio anche la Luce è un onda elettromagnetica che
riflessa dagli oggetti e captata
dalle nostre antenne oculari ( Occhi ) ci permette di vedere. Eppure fino ad
oggi non si è mai sentito
parlare di danni all'organismo causati dalla luce. E' da tenere presente che
tutti i fenomeni elettromagnetici
si studiamo studiando i fenomeni ottici poichè il comportamento è analogo,
la sola differenza è la lunchezza
d'onda o semplicemente la frequenza di oscillazione di tale onda.
La sola cosa che sui può dire che comunque varie lunchezza d'onda inducono
una reazione diversa
nella sostanza esposta alla radiazione. As esempio un corpo esposto ad una
radiazione ( luce ) infrarossa
aumenta di temperatura. lo notiamo quando retando al sole ci riscaldiamo
proprio grazie alla radiazione
infrarossa. La radiazione ultrvioletta riese a bruciare ( ossidare ) le
molecole ( ad esempio quando stiamo
per lungo tempo al sole ci scottiamo proprio per la componente
ultravioletta ). Per ora peò non si conoscono
le conseguenze fisiche di una espozizione alla "luce" radiofrequenza sia
per quanto riguara le antenne trasmittenti
TV, radio o cellulari.
la sola cosa che ci conforta è che i campi elettrici e i campi
elettromagnetici si propagano intorno alla sorgente
secondo una legge che dice che l'intensità del campo è inversamente
proporzionale al valore di una acostante che è la costante di propagazione
moltiplicato il quadrato della distanza dalla sorgente. la costante di
propagazione varia da 0 a 1 e vale 1 nello vuoto assoluto.
Secondo questa legge spostandoci anche poco dalla sorgente il campo
diminuisce dtrasticamente.
e per periodi di esposizione più o meno brevi non si dovrebbe avere nessuna
influenza di tipo permanente.
Mi scuso per essermi dilungato
Saluti Antonio

ci scottiamo proprio pe
AleX
2004-02-24 14:16:11 UTC
Permalink
Post by Antonio
I campi elettrici, quelli magnetici e l'insieme dei due
elettromagnetici , hanno sull'organismo umano effetti acora
non chiari. per i primi due si riscontrano fenomeni dovuti alla
ionizzazione e alla polarizzazione magnetica.
sicuro "ionizzazione" ?
Considera che per frequenze inferiori agli ultravioletti si parla di
"radiazioni NON ionizzanti".

AleX
Lord Arthur / Inverse
2004-02-24 14:42:56 UTC
Permalink
On Tue, 24 Feb 2004 14:16:11 GMT, AleX
Post by AleX
sicuro "ionizzazione" ?
Considera che per frequenze inferiori agli ultravioletti si parla di
"radiazioni NON ionizzanti".
senza contare tutta la descrizione di come funziona il tubo al neon,
completamente cannata. La parte sui fosfori,in particolare, e' del
tutto sbagliata.
Tommaso
2004-02-24 17:12:45 UTC
Permalink
Post by Antonio
nelle prossimità dei tralicci dell'alta tensione è presente un forte campo
elettrico, ( NON ELETTROMAGNETICO )
Ne sei veramente sicuro ????

La carrente elettrica che attraversa il conduttore della linea (normalmete
un sistema trifase) è di 50Hz e dipende dal carico a valle di essa
(utenza) vuoi che non induca una fem nei materiali conduttori ???
AleX
2004-02-24 18:44:42 UTC
Permalink
Post by Tommaso
Ne sei veramente sicuro ????
La carrente elettrica che attraversa il conduttore della linea
(normalmete un sistema trifase) è di 50Hz e dipende dal carico a
valle di essa (utenza) vuoi che non induca una fem nei materiali
conduttori ???
Il fatto che induca una fem non ne fa automaticamente un campo
elettromagnetico:


1 - a distanze inferiori alla lunghezza d'onda si parla di zona di
induzione.
2 - 50Hz ->lambda=6000km quindi sotto alla linea sei sicuramente in zona
di induzione.
3 - nella zona di induzione si parla di campi "quasi" statici, nel senso
che campo elettrico e campo magnetico sono *indipendenti* (dipendono dalle
rispettive sorgenti) il loro andamento con la distanza segue la stessa
legge del campo statico 1/d^2.


In un campo elettromagnetico invece le due componenti (elettrica e
magnetica) si "sostengono" reciprocamente con caratteristiche radiative
(propagazione, trasporto d'energia). L'ampiezza dei campi in questo caso
segue la legge 1/d.


AleX
Enorme Vigenti
2004-02-26 13:56:03 UTC
Permalink
Post by AleX
Il fatto che induca una fem non ne fa automaticamente un campo
Bella spiegazione, ma semplifichiamo:
La corrente è alternata nei cavi? Si! = esiste un campo magnetico
Poi che sia influente o no è un altro discorso.
Quello che conta in tutto questo tread di discussione era rispondere alla
domanda cosa fa accendere il neon?
e perchè se viene toccato si accende?
effettivamente per questa seconda domanda è la carica elettrostatica a far
accendere il neon e non la leggerissima variazione di temperatura.
Comunque sarebbe interessante sapere se questi campi magnetici fanno male
oppure no, invece di spendere soldi per andare a prelevare campioni di
comete sarebbe meglio investirli in queste ricerche.
Comunque secondo me nel dubbio sarebbe meglio interrare i cavi, non dovebbe
costare anche meno dei tralicci? Eppoi i tralicci deturpano il panorama.
Ciao
--
Toglere #NOSPAM# dall'indirizzo
Cut #NOSPAM# to replay
Franco
2004-02-26 14:29:10 UTC
Permalink
Post by Enorme Vigenti
La corrente è alternata nei cavi? Si! = esiste un campo magnetico
Non c'entra nulla. Mica solo l'alternata crea un campo magnetico!
Post by Enorme Vigenti
Quello che conta in tutto questo tread di discussione era rispondere alla
domanda cosa fa accendere il neon?
Campo elettrico

--

Franco

Um diesen Satz zu verstehen, muß man der deutschen Sprache mächtig sein.
AleX
2004-02-26 16:09:40 UTC
Permalink
Post by Enorme Vigenti
La corrente è alternata nei cavi? Si! = esiste un campo magnetico
differenza di potenziale -> campo elettrico
corrente -> campo magnetico

come ha detto Franco che sia alternata o meno se hai corrente hai comunque
un campo magnetico.

Ripeto, però, visto che anche la terminologia è importante: a 50Hz hai un
campo elettico E un campo magnetico, non un campo ELETTROMAGNETICO.

Questo è importante per quanto riguarda ad esempio gli aspetti protettivi:
sia perchè la tecnica di schermatura di un campo elettromagnetico è diversa
rispetto ad un campo magnetico, sia perchè l'andamento dei campi con la
distanza è diverso.
Post by Enorme Vigenti
alla domanda cosa fa accendere il neon?
e perchè se viene toccato si accende?
accoppiamento capacitivo.
La superficie del corpo aumenta la capacità.
Post by Enorme Vigenti
Comunque sarebbe interessante sapere se questi campi magnetici fanno
male oppure no, invece di spendere soldi per andare a prelevare
campioni di comete sarebbe meglio investirli in queste ricerche.
Beh, non è affatto vero che non sono studiati, guarda un po' questi link:

http://www.ifac.cnr.it/pcemni/
http://www.ifac.cnr.it/pcemni/domarisp/b50indx.htm
Post by Enorme Vigenti
Comunque secondo me nel dubbio sarebbe meglio interrare i cavi, non
dovebbe costare anche meno dei tralicci? Eppoi i tralicci deturpano il
panorama.
Che deturpano il panorama sono senz'altro d'accordo, sul fatto che
l'interramento costi meno dei tralicci invece ho qualche dubbio: hai idea
cosa vuol dire scavare una "trincea" per decine (o centinaia) di
chilometri? Senza considerare che se vuoi avere un rapido abbattimento del
campo (vista la minor distanza tra popolazione e linea) la terna di
conduttori deve essere posta ravvicinata e questo comporta l'uso di
conduttori ad elevato isolamento un po' più costosi dei conduttori aerei.

E a pensarci bene non sono mica tanto convinto che attraversare ad esempio
un bosco in linea interrata sia cosi bello per il paesaggio: nelle zone
dove passa il gasdotto proveniente dall'algeria si vede ancora (sebbene sia
stato realizzato da almeno vent'anni) le cicatrici del bosco.


AleX
7+ (Fabio G.)
2004-02-26 20:52:36 UTC
Permalink
Post by AleX
Ripeto, però, visto che anche la terminologia è importante: a 50Hz hai un
campo elettico E un campo magnetico, non un campo ELETTROMAGNETICO.
Be' si', ma e' tutto relativo...
Anche a 1800 MHz in condizioni di campo vicino vale quanto dici (campo
elettrico e magnetico vanno per conto loro); certo che effettivamente
basta allontanarsi di poco per essere in condizioni di campo lontano.
Ora, non ricordo esattamente la definizione di campo elettromagnetico,
ma non credo si possa dire che in condizioni di campo vicino non si ha
campo elettromag. solo perche' le relazioni tra E e H non sono cosi'
legate. Con una variazione di E si ha H, e viceversa... e' sempre campo
elettromagnetico, secondo me.

--
Per rispondermi via email sostituisci il risultato
dell'operazione (in lettere) dall'indirizzo
AleX
2004-02-26 23:08:01 UTC
Permalink
Post by 7+ (Fabio G.)
Be' si', ma e' tutto relativo...
Anche a 1800 MHz in condizioni di campo vicino vale quanto dici (campo
elettrico e magnetico vanno per conto loro); certo che effettivamente
basta allontanarsi di poco per essere in condizioni di campo lontano.
Esatto, ma a 50Hz sei in campo vicino fino a 6000km.... (1 lambda)
Post by 7+ (Fabio G.)
Ora, non ricordo esattamente la definizione di campo elettromagnetico,
ma non credo si possa dire che in condizioni di campo vicino non si ha
campo elettromag. solo perche' le relazioni tra E e H non sono cosi'
legate.
Se la ricordavi bene vedevi che è quello che ho scritto. :-)

comunque ecco un link utile:
http://www.ifac.cnr.it/pcemni/23112000.esi/andreucc/cfb.htm
Post by 7+ (Fabio G.)
Con una variazione di E si ha H, e viceversa... e' sempre
campo elettromagnetico, secondo me.
Questo è vero, però in campo vicino il campo elettrico e il campo magnetico
prodotti dalle rispettive sorgenti sono predominanti rispetto al campo
elettromagnetico (cioè al fenomeno della mutua generazione). Quindi in
campo vicino non puoi parlare di campo elettromagnetico: la componente
magnetica dovuta alle variazioni di campo elettrico è trascurabile rispetto
al campo magnetico dovuto alla corrente (e viceversa).

Questo è importante ad esempio per la schermatura:in campo lontano (quindi
campo elettromagnetico) annullare una delle due componenti significa
azzerare il campo elettromagnetico. In campo vicino no. E' il motivo percui
a 50Hz ti schermi facilmente dal campo elettrico ma è una bella rogna
schermare il campo magnetico.

Altro problema è la tecnica in campo vicino: a seconda della sorgente puoi
avere una prevalenza di E su H ( impedenza d'onda elevata) o di H su E
(impedenza d'onda bassa). Il primo caso è tipico nei pressi di un dipolo
corto, il secondo vicino ad una spira.
(E/H= 377ohm vale solo in spazio libero E campo lontano)

Ciao,
AleX

Continua a leggere su narkive:
Loading...