Discussione:
Prolunga x lampade Xenon
(troppo vecchio per rispondere)
NETSPIN
2007-11-06 13:59:59 UTC
Permalink
Ciao a tutti amici!
Ho bisogno di un Vostro illuminato (e mai aggettivo fu mai più appropiato,
visto l'argomento che andremo a trattare) parere.

Ho acquistato per la mia moto un kit Xenon, composto dal ballast, dal bulbo
allo xenon e dal relativo cablaggio.
Appena acquistato ho provato il kit al banco e tutto funziona regolarmente.

Tuttavia, per quelli che sono i ridotti spazi sulla moto, l'unico posto dove
ubicare il ballast al riparo da umidità e acqua è il vano sottosella.
Ovviamente il cablaggio in dotazione non copre la distanza dal sottosella
alla parabola del faro, quindi ho tagliato il cavo originale del kit e con
dell'ottimo cavo elettrico da 2 mmq ho effettuato una prolunga di 1,5 metri.
Inutile dire che tutti i punti di giunzione tra i cavi sono stati saldati
per evitare falsi contatti e poi apportunamente isolati per prevenire
cortocircuiti.

Tuttavia effettuata la prova al banco questa volta la lampada non si
accende.
Si sente ronzare il ballast per un paio di secondi e poi più niente e la
lampada Xeno non accenna minimamente ad accendersi nemmeno per una frazione
di secondo.

Ripristinato il cablaggio alla lunghezza originaria, il kit ha ripreso a
funzionare perfettamente.

E' indubbio quindi che il problema sia nella prolunga, ed escludendo
qualsiasi errore di saldatura e isolamento, non mi rimane altro che pensare
che la centralina non riesca a gestire la maggiore lunghezza del cavo.
E' plausibile ciò?

La sezione del cavo che ho aggiunto è notevolmente superiore a quella del
cavo originale, quindi la legge di Ohm per non aumentare la resistenza del
cavo sono certo (nella mia ignoranza) di averla rispettata.

A questo punto vi chiedo consiglio su come poter costruire una prolunga
idonea e funzionante.
Che voi sappiate, i cavi originali hanno un'impedenza caratteristica
particolare (come i cavi RG 58 e 59 ad esempio..)?

Ricordo che per l'accensione della lampada Xeno questo kit prevede che il
ballast eroghi una tensione max di avvio di 23 kVolt (credo tensione
sinusoidale) con un assorbimento allo spunto di 5 Amp max.
A regime la tensione dovrebbe scendere sugli 80 Volt e la corrente si
stabilizza a 3,2 Ampere.
Potenza di uscita 35 Watt

Grazie per gli eventuali suggerimenti.

Have Fun!
Netspin
Lo'
LAB
2007-11-06 16:19:00 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Ricordo che per l'accensione della lampada Xeno questo kit prevede
che il ballast eroghi una tensione max di avvio di 23 kVolt
Post by NETSPIN
quindi ho tagliato il cavo originale del kit e con dell'ottimo cavo
elettrico da 2 mmq ho effettuato una prolunga di 1,5 metri.


Mi sa che a 23kV un cavo elettrico comune diventa praticamente un
cortocircuito... :-)
--
Non temer mai di dire cose insensate. Ma ascoltale bene, quando le dici.
(L. Wittgenstein)
Wovon man nicht sprechen kann, darüber muss man schweigen
(L. Wittgenstein) [Grazie, Franco!]
- Vi prego, quotate solo l'essenziale. Grazie! -
AL-EX
2007-11-06 19:51:39 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Tuttavia effettuata la prova al banco questa volta la lampada non si
accende.
Si sente ronzare il ballast per un paio di secondi e poi più niente e la
lampada Xeno non accenna minimamente ad accendersi nemmeno per una
frazione di secondo.
Ripristinato il cablaggio alla lunghezza originaria, il kit ha ripreso a
funzionare perfettamente.
E' indubbio quindi che il problema sia nella prolunga, ed escludendo
qualsiasi errore di saldatura e isolamento, non mi rimane altro che
pensare che la centralina non riesca a gestire la maggiore lunghezza del
cavo.
E' plausibile ciò?
Prova semplicemente a mantenere distanti i due fili della prolunga,se cosi'
funziona significa che dovrai trovare il cavo appropriato oppure separare i
cavi magari rivestendoli di guaina.Io ho fatto funzionare il kit allo xeno
con una prolunga fatta con del normale filo di circa 50 cm ma badando bene a
tenerli lontani.
Ciao
Alex
NETSPIN
2007-11-06 23:00:27 UTC
Permalink
Post by AL-EX
Prova semplicemente a mantenere distanti i due fili della prolunga,se
cosi' funziona significa che dovrai trovare il cavo appropriato oppure
separare i cavi magari rivestendoli di guaina.Io ho fatto funzionare il
kit allo xeno con una prolunga fatta con del normale filo di circa 50 cm
ma badando bene a tenerli lontani.
Il passaggio purtroppo è stretto e obbligato.
Non potendo far correre i cavi distanti, potrebbe essere utile usare cavi
schermati?
Quali cavi eventualmente mi consigliate?
La calza esterna che fa da schermatura a cosa dovrei collegarla poi?

Grazie
Have Fun!
Netspin
LAB
2007-11-07 10:57:41 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Il passaggio purtroppo è stretto e obbligato.
Ti servono comunque cavi per alta tensione. Potrebbero essere
sufficienti cavi per tensioni un po' inferiori ai 23kV, magari da 5 o 10kV
già bastano, ma comunque servono cavi per alta tensione.
Tanti anni fa, per il mio laser elio-neon (che richiede circa 7kV per
l'innesco e 1,2kV di funzionamento) tra tante prove funzionò un cavo audio
per microfoni (che è schermato, ma non è questo il punto) di circa 8mm di
diametro, sfruttando il fatto che ha il doppio isolamento dato dalla
plastica dei conduttori e dal cotone interposto tra loro e la calza. Ho
collegato insieme i due conduttori interni ed ho usato la calza come secondo
conduttore.

Ciao
Gianluca
--
Non temer mai di dire cose insensate. Ma ascoltale bene, quando le dici.
(L. Wittgenstein)
Wovon man nicht sprechen kann, darüber muss man schweigen
(L. Wittgenstein) [Grazie, Franco!]
- Vi prego, quotate in maniera chiara e concisa. Grazie! -
LoZio
2007-11-07 14:09:25 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Il passaggio purtroppo è stretto e obbligato.
Non puoi provare con il cavo per le candele?
Ciao claudio
NETSPIN
2007-11-07 20:15:43 UTC
Permalink
Post by LoZio
Non puoi provare con il cavo per le candele?
Ma il cavo per candele si vende al metro?

Have Fun!
Netspin
Starflex
2007-11-07 23:02:35 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Post by LoZio
Non puoi provare con il cavo per le candele?
Ma il cavo per candele si vende al metro?
Si, e NON fare una prolunga del cavo di alimentazione della lampada con filo
comune!!
Occhio, ci sono 23 kV e, come ti han fatto notare, l' isolamento è
insufficiente.
Se scarica sul telaio puo' essere pericoloso..
Stai attento, mi raccomando! :)
Lo zio
2007-11-08 00:21:33 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Ma il cavo per candele si vende al metro?
Io sono di Roma e vicino a me c'è un auto ricambi che lo vende al metro, per
essere più precisi ne ha due tipi:
uno più sottile ed un'altro un po' più spesso (tipo l'RG58).
La marca di questi cavi è Cavi Cavis ed il colore esterno è verde.
La cosa che mi lascia perplesso è il fatto che se fai una prolunga non ti si
innesca più la lampada.
Se la causa dovesse essere la perdita d'isolamento dei cavi che hai usato,
sono convinto che sicuramente te ne saresti accorto in quanto da qualche
parte avrebbe tirato l'arco voltaico e tu ce ne avresti parlato.
La cosa che ora non mi viene è se l'alta tensione sia in corrente continua,
oppure a frequenza elevata per far funzionare meglio l'inverter.
Se fosse così, si potrebbe spiegare una notevole caduta di tensione a causa
di una eventuale capacità parassita tra i cavi e mettendo anche i cavi Cavis
il problema rimarrebbe.
Domani proverò a cercare un vecchio articolo che trattava come fare
l'inverter e li ricordo, perfettamente, che spiegava se la tensione
d'innesco era continua o in alternata e poi sarò sapere ovviamente.
L'unica cosa sicura che ti posso dire, è che quel tipo di lampade si devono
innescare con 100Kvolt e poi subito dopo la tensione deve calare
immediatamente a 90 Volt per far rimanere accesa la lampada.
Questa è una cosa intuibile, in quanto una qualsiasi lampada a gas, una
volta innescata sarebbe in grado di assorbire una quantità di corrente
infinita perchè un gas innescato è pari ad un corto circuito e perciò
calando drasticamente la tensione ai suoi capi ecco che così si limita da
sola la corrente.
Del resto anche le luci al neon hanno un reattore, che gli serve in seconda
battuta anche da limitatore di corrente.
Il discorso della tensione d'innesco a 100 Kv, l'ho letto su di un service
manual in una officina autorizzata Alfa Romeo che spiegava appunto come
funzionavano i fari allo Xeno di una Alfa 146, se ti dovesse interessare ti
scannerizzo le pagine e te le invio.
Con il tuo permesso volevo chiederti dove hai comprato il Kit per la tua
moto e quanto lo hai pagato.
Un caro saluto a tutti.
claudio
NETSPIN
2007-11-08 09:06:27 UTC
Permalink
Post by Lo zio
Con il tuo permesso volevo chiederti dove hai comprato il Kit per la tua
moto e quanto lo hai pagato.
Un caro saluto a tutti.
claudio
Grazie delle info!
Credo che la tensione di innesto e mantenimento della lampada sia alternata
e non continua,
Lo dico perche appena accesa la lampada si sente il ballast ronzare ad alta
frequenza.
Sull'etichetta del ballast c'è scritto che la Vmax at start: 23 kVolt.

Il kit xenon l'ho preso su eBay, dal classico venditore di Honk Kong...

Ti sarò molto grado se vorrai agevolarmi le scansioni di quel documento
AlfaRomeo.
La mia email valida è: netlorenzo @ virgilio.it (senza spazi ovviam)

Grazie.

Cmq proprio oggi mi sono procurato dei cavi uguali a quelli che compongono
il kit originale.
Hanno un isolante in silicone.
Ora mi procuro i connettori adatti, collego tutto e così vediamo se il
problema sono i cavi normali che ho usato prima, o se è proprio la lunghezza
troppo elevata dei cavi che non fa funzionare tutto l'accrocco...

Vi farò sapere...

Have Fun!
Netspin
LAB
2007-11-08 09:43:47 UTC
Permalink
(...) e così vediamo se il problema sono i cavi normali che ho usato
prima, o se è proprio la lunghezza troppo elevata dei cavi che non fa
funzionare tutto l'accrocco...
Sì, anche la lunghezza dei cavi può essere un problema. Tienili vicini
tra loro per mantenere bassa l'induttanza.

Ciao
Gianluca
--
Non temer mai di dire cose insensate. Ma ascoltale bene, quando le dici.
(L. Wittgenstein)
Wovon man nicht sprechen kann, darüber muss man schweigen
(L. Wittgenstein) [Grazie, Franco!]
- Vi prego, quotate solo l'essenziale. Grazie! -
NETSPIN
2007-11-08 10:19:48 UTC
Permalink
Post by LAB
Sì, anche la lunghezza dei cavi può essere un problema. Tienili vicini
tra loro per mantenere bassa l'induttanza.
I cavi sono vicinissimi, infatti sono appaiati nella stessa guaina...
NETSPIN
2007-11-08 14:38:10 UTC
Permalink
Ho fatto la prova col cavo identico a quello in dotazione col kit.

Con le prolunghe innestate, a volte le lampade si accendono, altre no.

Ci sono grossissimi problemi di isolamento tra i connettori.
Appena si dà corrente, si sente l'arco voltaico tra i connettori e subito il
ballast va in protezione...

Eppure i connettori sono stagni...
Come potrei risolvere?
Uso silicone? Boh..

Have Fun!
Netspin
······
2007-11-08 20:27:02 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Ho fatto la prova col cavo identico a quello in dotazione col kit.
Con le prolunghe innestate, a volte le lampade si accendono, altre no.
Secondo me è un problema di frequenza. Ossia, i cavi originali hanno
una lunghezza determinata dalla lambda della forma d'onda di
alimentazione, mentre allungandoli sfasi tutto. Credo...
Per l'isolamento dei connettori, esistono delle resine-dielettrico
(come quelle che riempiono i trasformatori di riga AT nei televisori).
NETSPIN
2007-11-08 22:31:39 UTC
Permalink
Post by ······
Secondo me è un problema di frequenza. Ossia, i cavi originali hanno
una lunghezza determinata dalla lambda della forma d'onda di
alimentazione, mentre allungandoli sfasi tutto. Credo...
Per l'isolamento dei connettori, esistono delle resine-dielettrico
(come quelle che riempiono i trasformatori di riga AT nei televisori).
Ma se è come dici tu (non sto dicendo che non lo sia, per carità), ma come
mai alcune volte con le prolunghe funzionano?
A questo punto non dovrebbero funzionare mai con le prolunghe..
E invece quando non si accendono con le prolunghe è perchè si sente l'arco
voltaico tra i 2 connettori...

La resina che mi dici, come funziona?
Intendo: è tipo una bolboletta spray e poi il prodotto indurisce?
Non lo conosco, percioò chiedo...
Dove si vende?

E se cerco di annegare ogni singolo connettore nel silicone, si otterrebbe
lo stesso risultato dello spary?

Grazie

Have Fun!
Netspin
······
2007-11-09 21:29:00 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Ma se è come dici tu (non sto dicendo che non lo sia, per carità), ma come
mai alcune volte con le prolunghe funzionano?
A questo punto non dovrebbero funzionare mai con le prolunghe..
E invece quando non si accendono con le prolunghe è perchè si sente l'arco
voltaico tra i 2 connettori...
Alcune prolunghe funzionano perchè sono particolari multipli della
lunghezza d'onda in questione!!!
Credo che debbano essere multipli al quarto d'onda! Nel senso che
l'attenuazione non deve uccidere l'uscita.
Post by NETSPIN
La resina che mi dici, come funziona?
Intendo: è tipo una bolboletta spray e poi il prodotto indurisce?
Non lo conosco, percioò chiedo...
Dove si vende?
La resina che ho visto io era uno smalto in vasetto, una specie di
colla, forse la trovi su ebay.
Strano comunque che il silicone normale non isoli!!!
NETSPIN
2007-11-09 23:23:29 UTC
Permalink
Post by ······
Alcune prolunghe funzionano perchè sono particolari multipli della
lunghezza d'onda in questione!!!
Credo che debbano essere multipli al quarto d'onda! Nel senso che
l'attenuazione non deve uccidere l'uscita.
Ho scoperto che la frequenza di funzionamento delle lampade Xenon è di 450
Hz...

Have Fun!
Netspin

-Fabio-
2007-11-09 16:58:52 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Eppure i connettori sono stagni...
Come potrei risolvere?
Uso silicone? Boh..
Se il problema è di isolamento prova con il nastro autoagglomerante,
anche perché senza quest'ultimo (o altra giunzione stagna) appena avrai
un minimo di umidità non funzionerà più nulla.

Fabio

p.s. Sai che la modifica è illegale e comporta il sequestro della moto
se ti beccano?
NETSPIN
2007-11-09 17:41:57 UTC
Permalink
Se il problema è di isolamento prova con il nastro autoagglomerante, anche
perché senza quest'ultimo (o altra giunzione stagna) appena avrai un
minimo di umidità non funzionerà più nulla.
Ho provato ad annegare ogni singolo cennettore nel silicone.
Niente da fare.
Continua ad andare a volte si e volte no.
p.s. Sai che la modifica è illegale e comporta il sequestro della moto se
ti beccano?
Sì, sono perfettamente a conoscenza di ciò, ma non me ne curo molto.
Per di più questo impianto non sarà tenuto acceso sempre, ma solo in caso di
reale necessità.
Non sostituisce infatti l'impiano ti illuminazione origine, ma lo affianca.

Have Fun!
Netspin
-Fabio-
2007-11-09 17:58:05 UTC
Permalink
Post by NETSPIN
Ho provato ad annegare ogni singolo cennettore nel silicone.
Niente da fare.
Continua ad andare a volte si e volte no.
Il silicone normale non credo sia adatto per queste cose, non ho mai
provato; l'autoagglomerante se usato correttamente e nel giusto
spessore va bene anche per tensioni elevate e mantiene l'isolamento nel
tempo.

Fabio
Continua a leggere su narkive:
Loading...